Breaking news
  1. Mastini a Caldaro con tante incognite
  2. Varese, per la continuità serve battere l’Appiano
  3. Varese – Pergine, la prima di ritorno IHL
  4. Le condizioni di Andrea Gasparini
  5. Italian Districts unisce passione e consumi

Orgoglio Varese: gialloneri vincenti e Brixen

Risultati

Team1st2nd3rdTEsito
HC Falcons Brixen Bressanone1102Loss
Mastini Varese1203Win

Riepilogo

Maiuscola prestazione dei gialloneri che ritrovano la vittoria

Quando il gioco si fa duro i Mastini gialloneri …trovano gioco e vittoria per 3 a 2 con una prestazione maiuscola a Bressanone.

Qualche assenza tra le fila dei Mastini a causa di alcuni giocatori che non sono al meglio della condizione non avendo ancora recuperato da malesseri muscolari che si trascinano da diversi giorni. Per onor di cronaca, anche il Bressanone non si presenta con tutti gli effettivi a causa di infortuni.

I Mastini, nonostante un discreto inizio nei primissimi secondi, capitolano dopo 3’ per merito di Purdeller. Pochi istanti dopo è Caletti che ha sul bastone il disco del pareggio, ma nell’uno contro uno si fa ipnotizzare da Kosta che blocca la conclusione dell’attaccante giallonero. Rischia grosso il Varese poco dopo, ma Schina salva tutto a portiere battuto. Il primo powerplay della partita è a favore dei gialloneri, il disco gira discretamente bene, ma il pareggio non giunge. I Mastini alzano la pressione senza però impegnare seriamente il goalie avversario.

Il Brixen riparte in contropiede e la conclusione di Demetz coglie l’interno del palo. I Mastini non ci stanno e spostano il baricento in avanti alla ricerca del punto del pareggio, ottenuto con Caletti abile a correggere in rete una conclusione dalla distanza di De Biasio.

Come nel primo drittel, l’inizio di periodo vede la rete dei Falcons: i Mastini non sono precisi nel cambio di linea e spalancano la via per gli attaccanti del Bressanone che sfruttano l’occasione battendo Muraro sotto il guantone. La partita perde un po’ di tono, le occasioni mancano e la sfida rimane un po’ bloccata in zona neutra, fintanto che l’arbitro non manda P. Borghi in penalty box per 4 minuti. Il powerplay altoatesino non produce frutto. Lo scenario si ribalta e possibilità per i Mastini si materializza con una superiorità a favore, ma ancora una volta il risultato non cambia. I Mastini fanno girare il puck abbastanza bene, anche se manca un pizzico di imprevedibilità nella conclusione.

Al minuto 33 i Mastini hanno un’altra grande occasione, ma Kosta si erge a protagonista ribattendo più volte le conclusioni avversarie, anche quando un giocatore giallonero si trova tutto solo davanti al portiere, ma non riesce a incidere. Dalla piccola rissa che si scatena, due giocatori per parte finiscono in panca puniti e con gli spazi più aperti, Varese trova il pareggio con la sassata vincente di De Biasio al minuto 34.

I gialloneri si gasano, osano e trovano addirittura la rete del vantaggio con M. Borghi, che, un minuto dopo il pareggio, timbra il suo nome sul tabellino statistico della serata. Il secondo drittel si chiude bene per la formazione dei Mastini che ha la possibilità di realizzare la quarta marcatura, ma l’azione di tre contro due si infrange ancora una volta su Kosta.

Il terzo periodo inizia con un powerplay dei Falcons durante il quale i gialloneri resistono con ordine. I Mastini provano a tenere il disco lontano dalla gabbia di Muraro, costringendo gli avversari a impostare il gioco dalle retrovie, con molte difficoltà.

Al minuto 50 altra superiorità della serata a favore del Varese, ma P. Borghi e Tilaro non incidono e Bertin ristabilisce la parità numerica dopo un minuto, facendosi spedire in penalty box.

La partita scivola via secondo dopo secondo senza particolari emozioni e gran parte del merito è della formazione ospite che gioca con attenzione e dedizione.

I gialloneri tengono benissimo negli ultimi minuti, anche quando il Brixen toglie il goalie per sfruttare l’uomo di movimento in più. I 3 punti sono cosa sicura e meritata.

 

Falcons Bressanone – Mastini Varese    23  (1:1  1:2  0:0)

3’01” (FB) Purdeller (Di Schiavi), 18’16” (MV) Caletti (De Biasio), 22’09” (FB) Messner (Demetz, Kerschbaumer), 34’32” (MV) De Biasio, 35’24” (MV) M. Borghi (Tilaro)

FALCONS BRESSANONE: 30 Kosta (49 Lederlechner), De Colle, 14 Bona, 14 E.M. Hasler, 18 Major, 22 Kelder, 48 M. Hasler, 56 Nardon, 7 Demetz, 12 Pircher, 16 Di Schiavi, 20 Purdeller, 23 Kostner, 41 Magro, 44 Bergmeister, 50 Polig, 52 Kerschbaumer, 54 Mantinger, 78 Messner, 91 O’Shaughnessy. Coach: Alexander Gschliesser

MASTINI VARESE: 30 Muraro (80 Basraoui), 3 Schina, 9 A. Bertin, 22 E. Mazzacane, 5 Della Torre, 37 Belloni, 44 De Biasio, 8 Fornasetti, 13 Gasparini, 15 Caletti, 16 Vanetti, 23 M. Borghi, 27 M. Mazzacane, 31 Allevato, 34 Piotto, 74 Tilaro. Coach: Tom Barrasso