Breaking news
  1. Il ringraziamento del Presidente al termine della stagione
  2. Lettera di Andrea Longhi
  3. Varese: Gara 3 Quarti di Finale da ripetere
  4. I Mastini ripartono
  5. Playoff IHL al via dal 16 marzo

I Mastini vincono l’ultima della Regular Season

Risultati

Team1st2nd3rdOTTEsito
Mastini Varese01113Win
HC ValpEagle11002Overtime loss

Riepilogo

I Mastini superano la Valpe all’overtime

Buona risposta da parte dei giocatori schierati in questo ultimo incontro di regular season vinto dai Mastini Varese 3 a 2 contro la Valpeagle. Grande prova del portiere Bertin, chiamato a sostituire Tura.

I Mastini vincono, divertono e si divertono. Partita che vede diverse assenze nella formazione giallonera, qualcuno è stato lasciato a riposo e qualche altro è alle prese con acciacchi fisici, ma anche gli ospiti non sono a ranghi completi. Nonostante ciò il primo periodo sfila via godibile e su discreti ritmi di gioco.

Tra i pali i Mastini schierano Bertin che ben si disimpegna un un paio di occasioni, tra cui l’uno contro uno di Gay in seguito ad un buona traccia centrale trovata dai compagni che approfittano di uno scivolone di un difensore varesino. I Mastini rispondono e chiamano in causa Pilon: Odoni dalla distanza e M. Mazzacane infrangono il puck sui gambali. Alla prima penalità varesina (generoso il fischio arbitrale) i piemontesi passano con Vehmanen, lesto a raccogliere un disco vagante a due passi dal portiere. La reazione giallonera c’è ma non appare concreta, anche per la bravura di Pilon che chiude bene l’angolo su una girata di Schina. Il Varese sfiora più volte il pareggio ma senza trovarlo.

La musica cambia nel secondo periodo. I Mastini schiacciano la formazione ospite nel loro terzo di difesa, ma ancora una volta senza trovare la via detta rete. Il Varese arriva alle conclusioni solo dala distanza con Pilon sugli scudi. Solo un paio di errori individuali in difesa lasciano la possibilità ai biancorossi i concludere: in entrambe le occasioni i piemontesi colgono prima il palo con Pozzi e poi la traversa coin Vehmanen. Il pareggio del Varese arriva con un contropiede chiuso magistralmente in rete da Vanetti, trovato attraverso un filtrante magnifico di Schina. I Mastini continuano ad attaccare, ma una penalità molto discussa e contestata costringe i padroni di casa a giocare con l’uomo in meno a 3 minuti dal termine e ancora una volta la squadra viene punita dal powerplay avversario. Dalla distanza De Biasio fa partire una conclusione che sbatte su Silva a un metro dalla gabbia, ingannando Bertin imparabilmente.

Terzo drittel con la Valpe che parte meglio, ma dura solo i primi 4 minuti, poi il Varese riprende il comando con autorità e dopo diverse azioni insistite Privitera scarica in porta il disco del pareggio. La formazione giallonera spinge e la Valpe rimane in partita salvata da Pilon che compie un autentico miracolo sul rasoghiaccio di Schina. Qui si vede il gruppo varesino che mostra il desiderio di vincere. “Sono vittorie che fanno bene, anche se dal punto di vista della classifica contava poco, ma vincere partite così ti rafforza. C’è stato tanto cuore e il gruppo si sente più forte”. Sono queste le prime parole che il D.S. Matteo Malfatti, in veste di coach per l’occasione, ha felicemente esternato.

Il Varese rischia in un paio di occasioni, ed è ancora Bertin che cancella il vantaggio ospite a Pozzi, fermando un altro uno contro uno. Prima della fine Pilon risponde magistralmente ad un gioco di prestigio di Ross Tedesco sotto misura: gioco di stecca impressionante davanti alla gabbia e disco verso l’angolo sinistro, ma il portierone in tuffo riesce a parare. I Mastini avrebbero meritato il vantaggio per quanto espresso, con un gioco godibile e pressante, ma per gioire si è dovuto attendere l’overtime, quando Piroso, di giustezza, ha regalato al Palalbani la gioia finale: disco filante dalla fascia destra verso il centro e l’attaccante si fionda rapace a indirizzarlo a fil di traversa. 

Bello l’abbraccio finale che tutta la squadra ha tributato a Bertin, autore di una prestazione maiuscola e bravo a farsi trovare pronto quando è stato chiamato in causa. Si parlava dello spirito mastino: si è visto tutto in questa sfida e ha coinvolto anche il pubblico presente e accorso in discreto numero a sostenere la squadra.

E adesso l’appuntamento è giovedì prossimo. Quarti di finale al meglio delle sette partite. Playoff tutti da vivere. E si inizia proprio al Palalbani. L’avversario sarà il Caldaro che ha vinto ieri sera confermando la sua posizione in classifica.

Tabellino

Mastini Varese – Valpeagle 3 – 2 OT (0:1 1:1 1:0 OT 1:0)

10’47” (V) Vehmanen (Petrov, Pozzi) PP1, 34’21” (MV) Vanetti (Schina), 38’17” (MV) Silva (De Biasio, Vehmanen) PP1, 45’51” (MV) Privitera (Cecere, P.Borghi), 62’55” (MV) Piroso (F. Borghi, M. Mazzacane)

MASTINI VARESE: 29 Bertin (33 Menguzzato), 3 Schina, 5 Re, 8 Caranci, 20 Cecere, 21. M. Mazzacane, 22 E. Mazzacane, 34 F. Borghi, 90 Ilic, 6 Tedesco, 16 Vanetti, 17 Andreoni, 19 Teruggia, 32 P. Borghi, 55 Piroso, 88 Privitera, 97 Odoni. Coach: Matteo Malfatti

VALPEAGLE: 30 Pilon (80 Basraui), 9 A. Bertin, 24 Tura, 42 Garnier, 44 De Biasio, 51 Vehmanen, 5 Pozzi, 12 Gay, 29 Cordin, 53 Salvai, 60 Durand Varese, 67 Silva, 68 Rocca, 83 Petrov, 93 Penna. Coach: Eric Migliotti