Breaking news
  1. Aggiornamento situazione covid Mastini Varese
  2. Comunicato Palalbani
  3. Covid tra i Mastini
  4. OGILink: servizio dinamico e veloce, come l’hockey ghiaccio
  5. Le restrizioni in Alto Adige ritarderanno i playoff?

Mastini sconfitta all’esordio

Risultati

Team1st2nd3rdTEsito
Mastini Varese1113Loss
HC Falcons Brixen Bressanone3407Win

Riepilogo

Mastini poco reattivi e penalizzati da incertezze dovute anche a pochi allenamenti rispetto agli avversari

I Mastini non riescono a mordere alla loro prima apparizione stagionale e il Bressanone passa col severo punteggio di 7 a 3. Forse un po’ troppo per quanto visto sul ghiaccio, ma questa è una sconfitta che va accettata e analizzata alla luce dei pochi allenamenti che i gialloneri hanno nelle gambe.

La formazione di casa si presenta con le assenze del portiere Tura, Odoni e Drolet, ma schiera comunque un roster profondo e completo, con Andrea Vanetti capitano.

Inizio equilibrato da parte delle due squadre. La prima conclusione è del Bressanone ma Bertin si fa trovare pronto, mentre dalla parte opposta è M. Mazzacane a sfiorare il vantaggio se non fosse per Kosta che devia molto bene la conclusione. Il Brixen passa con una conclusione dalla distanza deviata quasi involontariamente sotto misura: è proprio questa deviazione che inganna Bertin. Il raddoppio ospite arriva poco dopo in superiorità numerica: il tiro dalla distanza non è trattenuto dal goalie giallonero, che concede il tap-in vincente agli ospiti. Varese appare in leggera difficoltà ma ci prova Privitera a insidiare la gabbia avversaria. Quando i gialloneri pare possano incidere, un contropiede di Sottsas termina con il puck che si infila a fil di traversa. Il time-out chiamato da coach Devèze è provvidenziale: i Mastini prima tremano ancora in inferiorità numerica, ma in seguito riordinano le idee e trovano la rete con M. Borghi che spara sotto l’incrocio alla destra di Kosta.

Il secondo tempo riparte con i Falcons che trovano immediatamente la quarta rete con Purdeller in superiorità numerica. Poi è ancora lo stesso giocatore che timbra in altre due occasioni sfruttando delle incertezze difensive del Varese. I gialloneri non sfruttano un paio di powerplay ma alla fine trovano la marcatura con una splendida iniziativa personale di Schina imbeccato da Piroso.

Nel terzo periodo di gioco i gialloneri provano a giocare con maggiore sicurezza e spingono maggiormente sull’acceleratore ma trovano un ottimo Kosta a difesa della gabbia altoatesina, il quale nulla può sulla splendida azione Piroso – Vanetti con quest’ultimo che scarica di prima intenzione un magnifico assist del compagno. Il Brixen controlla il risultato mentre i Mastini provano a spingere per ridurre lo svantaggio, senza però riuscirci.

Sicuramente il risultato è figlio di una diversa condizione delle due squadre, con Bressanone che ha dimostrato di avere più allenamenti nelle gambe e grande solidità difensiva. Per i Mastini c’è tutto il tempo per crescere e questo risultato non deve certo abbattere il morale.

Sabato l’impegno per i Mastini sarà una trasferta subito impegnativa. Appuntamento a Caldaro, contro la formazione dei lucci che ieri ha dimostrato di fare sul serio, vincendo all’esordio con ampio punteggio.

TABELLINO

Mastini Varese – Falcons Brixen Bressanone 3 – 7 (1:3 1:4 1:0)

Marcatori:

03’29” (FB) Purdeller (Arnost, Casanova Stua), 06’21” (FB) Arnost (Bona, Tauber) PP1, 09’37” (FB) Sottsas, 17’28” (MV) M. Borghi (Raimondi) PP1, 20’49” (FB), Purdeller (Bona, Tauber) PP1, 25’46” (FB) Purdeller (Sottsas), 35’08” (FB) Purdeller PP1, 35’57” (FB) Nalin, 36’46” (MV) Schina (Piroso), 45’33” (MV) Vanetti (Piroso) PP1

Formazioni:

MASTINI VARESE: 29 D. Bertin (81 Masini), 3 Schina, 5 Re, 8 A. Bertin, 11 Papalillo, 22 E. Mazzacane, 44 De Biasio, 90 Ilic, 13 Gasparini, 16 Vanetti, 18 Cordin, 21 M. Mazzacane, 23 M. Borghi, 32 P. Borghi, 54 Gherardi, 55 Piroso, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 91 Raimondi. Coach: Claude Devèze

FALCONS BRIXEN: 30 Kosta (49 Rederlechner), 8 Tauber, 11 Baumgartner, 12 Chizzali, 13 Bona, 18 Kelder, 21 Casanova Stua, 91 Reisinger, 15 Pardeller, 19 Arnost, 20 Purdeller, 22 Hasler, 44 Bergmeister, 61 Sottsas, 70 Pircher, 77 Calovi, 78 Messner, 86 Nalin, 98 Kostner. Coach Jan Prohazka