Como e Varese uniscono le forze per creare il progetto giovani Roadto2026

Nasce il progetto Roadto2026. L’hockey comasco e varesino mettono in gioco le proprie risorse per dar luogo ad un settore giovanile ancor più curato e robusto, con l’obiettivo di portare, entro il 2026, il maggior numero di ragazzi a giocare nelle rispettive prime squadre nel campionato IHL.

Considerata la situazione attuale del Palabani di Varese, con le conseguenti difficoltà relative all’organizzazione delle attività giovanili, analizzate esigenze e necessità della società lariana, le due società hanno saputo, con grande intelligenza e sportività, trasformare le attuali difficoltà in opportunità a vantaggio dei loro ragazzi.

Le formazioni U09, U11, U13, U15, rientreranno in un progetto denominato “Roadto2026” che avrà lo scopo di unificare le forze per costruire una base solida a livello di Settore Giovanile in grado di contribuire a formare dei ragazzi in grado di giocare in futuro nel campionato IHL. Il progetto mantiene ben distinte le identità delle due società, ma consente ai tanti ragazzi di poter migliorare sensibilmente le loro abilità fisiche e tecniche, grazie all’unione non solo di risorse finanziarie, ma soprattutto tecniche.

Bambini e ragazzi disputeranno gli allenamenti a Casate (CO) beneficiando della competenza di più allenatori. I rispettivi staff tecnici di Como e Varese si uniranno per mettere a punto nuovi metodi e nuove esperienze di allenamento, dentro e fuori dal ghiaccio. In questo modo lo staff tecnico allargato sarà in grado di seguire con maggiore attenzione la crescita dei piccoli hockeysti.

Grazie a questa collaborazione tra le due società, i ragazzi della Under 13 e della Under 15 potranno disputare ulteriori tornei, rientrando in raggruppamenti nazionali ed internazionali; mentre i più piccoli Under 09 e Under 11, grazie all’affiliazione del Como alla FTHG, potranno misurarsi anche con pari età elvetici, migliorando indiscutibilmente la loro esperienza e hockey sense.

Hockey Como e Mastini Varese hanno quindi unificato intenti e forze per poter essere parte di un progetto nuovo, interessante, che consenta il superamento delle barriere esistenti, attraverso un “prodotto” di assoluta qualità. Innalzando il livello fin dalla formazione del Settore Giovanile, l’hockey lombardo potrà solo trarre vantaggi, preparando gli atleti al futuro e facendo trovare, tra qualche anno, giocatori più pronti ad affrontare nuove sfide, nel pieno spirito sportivo di educazione, sacrificio, costanza, rispetto e lealtà sportiva.

Giocare a hockey non significa solo indossare i pattini e avere un bastone in mano, ma significa fare propri gli insegnamenti che soltanto uno sport di squadra impartisce e soprattutto trasmettere un esempio di “solidarietà” attraverso l’insegnamento e la messa in pratica di valori umani che Como e Varese hanno sempre cercato di infondere ai loro bambini.