I Mastini Varese si avvarranno dal giorno 1 febbraio di un nuovo difensore. Dal Canada è appena sbarcato a Malpensa il giocatore Giancarlo Caranci, 26 anni, 180 cm di altezza e 88 Kg di peso, stecca destra.

Il neo mastino sarà disponibile e “arruolabile” già dal giorno 1 febbraio, dal momento che il secondo straniero attuale dei Mastini, ovvero Daniel Ross Tedesco, assumerà passaporto italiano, liberando così un posto che verrà occupato proprio dal nuovo italo canadese Caranci.

L’iter burocratico per fare approdare Giancarlo Caranci in giallonero è stato lungo, ma svolto nei tempi tecnici indicati dalla Federazione, nonostante il suo arrivo venga annunciato solo oggi.

Il ragazzo ha giocato nelle serie minori canadesi prima di approdare alla Seconda Divisione Svedese dove ha vestito la maglia di due formazioni.

Ecco le parole del D.S. Matteo Malfatti: “Andiamo incontro a partite impegnative, dove si giocherà spesso, anche ogni 2 giorni in fase playoff, si è deciso di avvalerci di un rinforzo in difesa che sarà comunque sempre presente, molto solido dal punto di vista fisico e ben dotato tecnicamente. Senza nulla togliere ai presenti, è un giocatore che è in grado di dare il suo contributo anche in special team. Poi dobbiamo vederlo sul ghiaccio nel nostro campionato per capire quando può effettivamente dare, ma le premesse ci sono e in un momento in cui dobbiamo forzatamente rinunciare ad Andrea Schina può essere un aiuto valido. Inoltre, potenzialmente, è una nostra scommessa anche per il futuro in quanto ci sono le possibilità che il ragazzo possa diventare italiano tra qualche tempo, data la parentela”.

L’annuncio è stato dato nel corso della presentazione del nuovo sito dei Mastini, presso la sede di OGILink, uno degli sponsor principali del team. Per l’occasione erano presenti anche i giocatori Bertin, Piroso e Ilic. Proprio quest’ultimo ha risposto ad una domanda sulla pressione mediatica e sulle attese del pubblico: “Nessuno di noi è dispiaciuto se vede gente al palaghiaccio. Anzi, più gente vediamo e più ci carichiamo e vorremmo giocare sempre con tanto pubblico intorno. La pressione mediatica c’è e si crea tanta attesa ma siamo abituati e posso dire che nello spogliatoio poco entra di tutto questo. Sappiamo che possiamo arrivare in fondo e ci proveremo”.

Giancarlo Caranci
Giancarlo Caranci al primo allenamento al Palalbani